About

Acque SPA

  • Web: http://www.acque.net/
  • Contact Person: Ing. Oberdan Cei, +39 050 843445, o.cei@ingegnerietoscane.net

Acque S.p.A. è beneficiario coordinatore del progetto WIZ. Acque S.p.A ne è stato ideatore e principale animatore.

Dal 2001, Acque S.p.A. gestisce il Servizio Idrico Integrato del Bacino del Basso Valdarno (Toscana, IT), un territorio che, andando dalla costa Tirrenica al cuore della Toscana, comprende 5 province, 57 comuni, più di 770.000 abitanti. Acque S.p.A. ha come missione la costruzione di una moderna industria delle acque al servizio dei cittadini e delle attività economiche, in grado di realizzare una razionale, efficiente ed oculata gestione della risorsa idrica. Acque S.p.A. è infatti coinvolta in numerosi progetti sociali per la diffusione di una moderna cultura dell'acqua, per la valorizzazione delle risorse acquifere, per la protezione dagli sprechi e dagli abusi (Acqua Buona, Acque Tour, Acqua ad Alta Qualità, ecc.). È inoltre chiamata ad attuare entro il 2021 un piano ventennale di investimenti di oltre 650 milioni di euro, volto a garantire standard qualitativi del servizio idrico integrato sempre più elevati e a estendere in tutta l'area servita un efficiente sistema di fognatura e depurazione, a tutela dell'ambiente e della salute dei cittadini.

Dal 2006 al 2009, Acque S.p.A. è stata anche il beneficiario coordinatore del progetto A.S.A.P. (Actions for Systemic Aquifer Protection - LIFE06/ENV/IT/000255), incentrato sul problema ambientale del sovrasfruttamento della Falda Acquifera del Bientina. Il progetto A.S.A.P. ha raggiunto importanti risultati, mostrando la possibilità di dar vita ad un circolo virtuoso tra il trattamento della falda acquifera e i cittadini che ne fruiscono, come sistema integrato in equilibrio.

Autoritá di Bacino del fiume Arno

L'Autorità di Bacino del Fiume Arno è partner associato del progetto WIZ. Il suo ruolo nell'ambito del progetto deriva dai suoi compiti istituzionali e dalla fitta rete di rapporti che la legano a numerose strutture ed autorità locali del territorio: ha in carico il coinvolgimento degli stakeholder di progetto e raccolta delle loro istanze, l'istituzionalizzazione dell'approccio WIZ e la diffusione dei suoi obiettivi, risultati e avanzamenti agli specialisti del settore, nel quadro di un aggiornato stato dell'arte delle metodologie, strumenti, pratiche, dati territoriali disponibili.

Attualmente composta da 33 unità tecniche e amministrative, svolge attività di pianificazione e programmazione in tema di tutela del territorio e gestione delle risorse acquifere nel bacino del distretto dell'Appennino Settentrionale (area che include il principale fiume di Toscana, Umbria e Marche, oltre a pochi fiumi di Lazio, Liguria ed Emilia Romagna).

L'Autorità di Bacino del Fiume Arno definisce il Piano di Gestione del Distretto. Esso si occupa non solo delle implicazioni ambientali, ma anche degli aspetti economici e amministrativi. La sua prima finalità sta nel proporre soluzioni strategiche, economicamente fattibili ed ambientalmente sostenibili allo stesso tempo.

La "conoscenza" rappresenta una delle principali attività dell'Autorità, specialmente in relazione ai sempre più complessi fenomeni ambientali, economici e sociali che la pubblica amministrazione deve riuscire a governare: questa attività racchiude in sé la raccolta, elaborazione, archiviazione e diffusione dei dati. D'accordo con le più recenti disposizioni legislative, i dati prodotti dall'Autorità di Bacino sono resi disponibili online gratuitamente, senza necessità di autenticazione, accompagnati da meta-dati che ne descrivono le caratteristiche.

Ingegnerie Toscane

Ingegnerie Toscane s.r.l. è partner associato del progetto WIZ. Il suo ruolo è di natura prevalentemente tecnica e ingegneristica, in quanto depositario del know-how necessario per la scelta delle metodologie, strumenti e tecnologie più adatte, tra quelle esistenti, ma soprattutto per la realizzazione concreta della piattaforma WIZ e di tutte le sue funzionalità.

Nata nel 2010 per effetto della fusione tra due importanti società ingegneristiche italiane: Acque Ingegneria s.r.l. e Publiacqua Ingegneria s.r.l., svolge attività di prestazione di una serie di servizi tra cui: supporto all'attività di gestione del ciclo idrico integrato; consulenza per la progettazione, costruzione, gestione e commercializzazione di infrastrutture e impianti; ingegneristici, di programmazione, progettazione, direzione dei lavori, supervisione dei contratti e collaudo. Si occupa inoltre dell'attività di acquisizione, manutenzione, implementazione e gestione di sistemi informatici, del sistema informativo territoriale e dei sistemi di telecontrollo.

Acque Ingegneria s.r.l., una delle due imprese partecipanti alla fusione, era una struttura ingegneristica altamente specializzata nella gestione integrata dell'acqua, dotata di una profonda esperienza nella progettazione e gestione dei sistemi di amministrazione della rete acquifera. Dal 2006 al 2009, è stata anche un importante partner operativo del Progetto comunitario A.S.A.P. (Actions for Systemic Aquifer Protection - LIFE06/ENV/IT/000255).

Fundacion Instituto Tecnologico de Galicia

La Fundación Instituto Tecnológico de Galicia (da ora in avanti ITG) è partner associato del progetto WIZ. Il suo compito consiste , in un certo senso, nel "replicare" in Spagna le attività svolte in Italia. Il suo intervento, tuttavia, si concentra principalmente sul cittadino, dal quale raccoglie informazioni, richieste, esigenze, così da poterle integrare all'interno del sistema. Contribuisce inoltre alla creazione e mantenimento delle rete di contatti tra WIZ e altri progetti europei.

Fondazione no-profit privata costituita nel 1991 dagli Ordini Professionali degli Architetti, Ingegneri Civili e Industriali di Galizia (ed altri), ha l'obiettivo di migliorare la competitività di imprese, professionisti e organizzazioni, facilitando il loro accesso alla ricerca, allo sviluppo tecnologico, ai processi di innovazione, al miglioramento continuo.

L'Area di Formazione di ITG ha fornito diversi tipi di conoscenze tecniche nell'ambito dell'architettura e dell'ambiente, come "Master Degree in Architectural Restoration", "Engineering and Environmental Management Course" e "Master Degree in Quality and Environmental Management". ITG e BRE (Building Research Establishment Ltd) hanno firmato un accordo per l'adozione del metodo BREEAM per la valutazione ambientale degli edifici in Spagna.

ITG ha inoltre una forte esperienza nella partecipazione e gestione di progetti Europei e internazionali, ed ha partecipato - assieme ad alcuni partner di WIZ - all'esecuzione del progetto A.S.A.P. (LIFE06/ENV/IT/000255, 2006-2009), incentrato sulle questioni ambientali relative alla risorsa acquifera.

Invia un feedback
HighLight

Evidenzia

Blackout

Oscura

Note

Note